Passa ai contenuti principali

La cessione del credito per interventi di ristrutturazione e riqualificazione energetica.

Supponiamo di voler riqualificare energeticamente una villetta unifamiliare, prevedendo i seguenti interventi:

- cappotto termico;

- infissi esterni;

- solare termico;

- pompe di calore.

L'importo complessivo dei lavori pari è pari a 100.000 euro.

Se optiamo per l'Eco-bonus potremo recuperare il 50% dell’investimento in dieci anni, tramite detrazione Irpef.



Nel caso in questione, potremo detrarre dalle imposte ogni anno e per 10 anni, 5.000 euro.

Questo sistema (l'Ecobonus) ha però un limite: 

- se l’imposta sul reddito è inferiore alla cifra detraibile, non sarà possibile sfruttare l’agevolazione fiscale; ad esempio, se l’imposta Irpef ammonta a 2.000 euro/anno, potrò scontare per dieci anni un massimo di 20.000 euro (e non più 50.000 €). Il costo complessivo dell’intervento (cioè ciò che dovrò sborsare) sarà quindi pari a circa 80.000 euro (al netto di interessi).


Se scegliamo la Cessione de Credito vs terzi potremmo invece risparmiare ulteriormente sul costo dell’intervento perché:

la cessione del credito verso un terzo soggetto (ESCO), consente di ottenere ulteriori vantaggi:

- il trasferimento del credito non comporta una detrazione annuale dalle imposte, che potrebbero anche subire una variazione nel tempo in base al proprio reddito;

- a fronte di un valore dei lavori pari a 100.000 euro, l’ESCO consente di farti risparmiare subito all'incirca un 20 – 25%; su 100.000 euro di lavori da eseguire, l’esborso reale potrebbe essere pari a 80.000 o 75.000 euro.

IN SINTESI:

Con riferimento all'esempio precedente, con

⭕ L’ ECOBONUS: dovrei anticipare l’intero importo lavori, pari a 100.000.
potrei recuperarne 50.000 € in dieci anni tramite detrazione Irpef, se il reddito me lo permette.

⭕ CESSIONE DEL CREDITO A TERZI:

pagherei solo una parte dell’importo dei lavori, circa il 75 o l’80%, ovvero circa 75.000 euro o 80.000, conseguendo subito un risparmio sul costo dei lavori pari al 20 – 25%; non devo recuperare alcuna somma dalle imposte (Irpef).


La cessione del credito risulta molto utile nell'ambito delle ristrutturazioni condominiali laddove, a fronte di importi lavori elevati, questo strumento consente di risparmiare subito sui relativi costi ed evitare il sistema della detrazione fiscale da ripartire tra i vari condomini; la cessione del credito può rivelarsi anche molto utile in tutti quei casi in cui si voglia ottenere uno sconto immediato sui lavori di ristrutturazione senza impegnarsi nel sistema di detrazione fiscale spalmato nei dieci anni a venire.

Commenti

Post popolari in questo blog

Depurazione dell’aria da microorganismi, virus, batteri e inquinanti: come vivere in ambienti più sani e più igienici.

Per conseguire elevati standard ambientali, per quanto concerne l'aria che respiriamo, esistono sostanzialmente cinque tecniche di trattamento, molto spesso abbinate tra loro:
FILTRAZIONE DELL’ARIA.
È la procedura che consente di purificare l’aria trattenendo le polveri sottili in essa contenute; in particolare la filtrazione risulta efficace per ridurre le quantità di PM10 e PM2.5 dovute all’inquinamento ambientale da traffico veicolare e combustione di idrocarburi e sostanze di vario genere (tra cui anche il fumo da sigaretta). Possono inoltre abbattere concentrazioni di acari, pollini, muffe e altri allergeni contenuti nell'aria. I filtri utilizzati sono del tipo stratificato in microfibra e spesso includono uno strato di carboni attivi che facilita l’assorbimento degli inquinanti e riduce sensibilmente le sostanze odorigene contenute nell’ambiente.

La filtrazione dell’aria è attuata mediante purificatori d’aria dotati di filtri antipolvere e ad alta efficienza HEPA (High…

Ricerca cause di infiltrazioni d’acqua e perdite in tubazioni: tecniche e metodologie.

Premessa. 
La riuscita di ogni metodo diagnostico dipende dal contesto e pertanto, anche nei casi più semplici, dovrò considerare una certa probabilità di insuccesso. Per chiarire questo aspetto ai clienti, solitamente ricorro al alla similitudine del malato che deve sottoporsi ad una serie di indagini al fine di scoprire le cause del suo male; c’è il rischio, ed a volte accade, in effetti, che il medico curante possa prescrivere una serie di esami dai quali però non sia possibile risalire alle cause della patologia.

Nella ricerca delle infiltrazioni d’acqua o delle cause dell’umidità si può ricorrere a vari metodi diagnostici, tra i quali, i più diffusi, sono quelli della termografia, della geofonia e del rilevamento tramite gas o liquidi traccianti; vediamone le differenze sostanziali.
TERMOGRAFIA: tecnica che consente di rilevare anomalie lavorando nel campo dell’infrarosso; si avvale di uno strumento denominato termocamera, una sorta di “macchina fotografica”, in grado di rilevare l…

Il raffrescamento estivo degli edifici: ottimizzazione e risparmio energetico.

Durante il periodo estivo si ricorre al raffrescamento degli ambienti tramite climatizzatori d’aria (macchine frigorifere); è tuttavia possibile progettare ambienti che siano in grado di garantire un elevato comfort ambientale anche d’estate, minimizzando i costi di esercizio relativi al raffrescamento. 
Con estremo zelo progettuale si può anche ottenere una casa passiva, cioè con un fabbisogno per il raffrescamento coperto dall’installazione di dispositivi passivi (tecniche costruttive e soluzioni impiantistiche) grazie ai quali non è necessario ricorrere alla climatizzazione degli ambienti mediante il classico processo che prevede l’utilizzo di macchine frigorifere (e quindi l’impiego di energia non rinnovabile).
Per garantire un comfort estivo, in fase di progettazione (nuove costruzioni o ristrutturazione) l’obiettivo principale consiste nel ridurre i guadagni di calore all’interno degli ambienti: ciò può conseguirsi principalmente mediante un’attenta analisi preliminare che comport…