Passa ai contenuti principali

Il fascicolo del fabbricato come il 'diario' di un immobile.

Devi acquistare un immobile o devi eseguire interventi di ristrutturazione edilizia e pertanto hai bisogno di conoscere lo stato del fabbricato, la sicurezza strutturale, la sua storia, la sua regolarità edilizia e conformità urbanistica? 


Ci sono due strade per poterlo fare: 

1) Incaricare un professionista che, dopo aver reperito le necessarie informazioni tecniche ed amministrative presso i vari enti preposti ed espletato varie operazioni di verifica, ricostruisca la storia dell’immobile e ne determini le sue caratteristiche; procedura da ripetersi ogni qualvolta sia necessario e finalizzata al solo ottenimento dei dati necessari alla pratica o analisi da effettuare; 

2) Predisporre il fascicolo del fabbricato (una tantum e con solo aggiornamento periodico), ovvero un documento che contenga tutte le informazioni sull'immobile, a supporto di qualunque intervento o valutazione futura dovesse essere necessaria. 

Con la redazione del fascicolo del fabbricato, all'immobile viene assegnata una specie di “carta di circolazione” (un po’ come per le automobili) in cui, sotto forma di certificazione, sono riportati: 

- dati tecnici e amministrativi identificativi dell’immobile; 

- tipologia strutturale e informazioni sul livello di vulnerabilità sismica del fabbricato; 

- caratteristiche degli impianti installati; 

- descrizioni e caratteristiche delle rifiniture

- stato di manutenzione dell’immobile; 

- i vari ed eventuali interventi modificativi eseguiti sull'immobile

- indicazioni sulle operazioni di manutenzione da eseguire

- indicazioni sul corretto utilizzo dell’immobile con riferimento anche ad aspetti inerenti alla sicurezza delle persone. 

Il fascicolo del fabbricato è un documento essenziale e importante: 

- in fase di acquisto di un immobile poiché consente di disporre di un quadro completo sullo stesso; 

- in caso di stima del valore economico di un immobile, poiché consente di valutare vari aspetti che concorrono alla determinazione del valore di mercato; 

- in caso di interventi di modifica sull'immobile (ristrutturazione), poiché consente di reperire informazioni tecniche sulla struttura portante, valutazioni sul grado di sismicità e criticità della stessa, documenti amministrativi atti a verificare la regolarità dell’immobile agli strumenti urbanistici ed ai regolamenti edilizi; 

- in caso di richiesta di detrazione fiscale per interventi di ristrutturazione edilizia e di riqualificazione energetica; presupposto essenziale per usufruire di tali agevolazioni fiscali è infatti accertare e dimostrare la regolarità edilizia dell’immobile;

- in fase di richiesta di un mutuo o per la stipula di un contratto assicurativo; i tempi di approvazione sono notevolmente ridotti e le procedure semplificate. 

La spesa relativa alla redazione del fascicolo si ripaga abbondantemente negli anni avvenire col risparmio nelle procedure di rintracciamento dei dati che occorrono per qualunque evenienza riguardi l'immobile. 

Hai bisogno di una consulenza? Contattaci! 

STUDIO SANTORO INGEGNERIA


VIETATA LA RIPRODUZIONE, ANCHE PARZIALE ©

Commenti

Post popolari in questo blog

Depurazione dell’aria da microorganismi, virus, batteri e inquinanti: come vivere in ambienti più sani e più igienici.

Per conseguire elevati standard ambientali, per quanto concerne l'aria che respiriamo, esistono sostanzialmente cinque tecniche di trattamento, molto spesso abbinate tra loro: FILTRAZIONE DELL’ARIA. È la procedura che consente di purificare l’aria trattenendo le polveri sottili in essa contenute; in particolare la filtrazione risulta efficace per ridurre le quantità di PM10 e PM2.5 dovute all’inquinamento ambientale da traffico veicolare e combustione di idrocarburi e sostanze di vario genere (tra cui anche il fumo da sigaretta). Possono inoltre abbattere concentrazioni di acari, pollini, muffe e altri allergeni contenuti nell'aria. I filtri utilizzati sono del tipo stratificato in microfibra e spesso includono uno strato di carboni attivi che facilita l’assorbimento degli inquinanti e riduce sensibilmente le sostanze odorigene contenute nell’ambiente. La filtrazione dell’aria è attuata mediante purificatori d’aria dotati di filtri antipolvere e ad alta effic

Ricerca cause di infiltrazioni d’acqua e perdite in tubazioni: tecniche e metodologie.

Premessa.  La riuscita di ogni metodo diagnostico dipende dal contesto e pertanto, anche nei casi più semplici, dovrò considerare una certa probabilità di insuccesso. Per chiarire questo aspetto ai clienti, solitamente ricorro al alla similitudine del malato che deve sottoporsi ad una serie di indagini al fine di scoprire le cause del suo male; c’è il rischio, ed a volte accade, in effetti, che il medico curante possa prescrivere una serie di esami dai quali però non sia possibile risalire alle cause della patologia. Ispezione termografica di una facciata di un fabbricato. Nella ricerca delle infiltrazioni d’acqua o delle cause dell’umidità si può ricorrere a vari metodi diagnostici, tra i quali, i più diffusi, sono quelli della termografia, della geofonia e del rilevamento tramite gas o liquidi traccianti ; vediamone le differenze sostanziali. TERMOGRAFIA : tecnica che consente di rilevare anomalie lavorando nel campo dell’infrarosso; si avvale di uno strumento deno

Come poter quantificare l'aria viziata (incluso virus e batteri) negli ambienti chiusi.

Quando parliamo di aria viziata sappiamo cosa stiamo trattando poiché tutti abbiamo sperimentato questa sensazione negli ambienti chiusi, magari troppo affollati; essendo però una situazione di difficile constatazione oggettiva, non sapremmo come regolarci se non con le nostre facoltà percettivo-olfattive, facoltà che tuttavia, in alcune condizioni (come ad esempio nel caso di assuefazione da lunga permanenza in un ambiente chiuso), vengono meno.  A tal fine è utile affidarsi a strumenti in grado di misurare concentrazioni semplici ma indicative del livello di 'attività umana' presente in ogni ambiente; uno di questi parametri è la CO 2  (biossido di carbonio o anidride carbonica) dell'aria. La CO 2 è infatti prodotta dall'attività umana come prodotto della respirazione cellulare; in condizioni di elevata concentrazione della stessa nell'ambiente si possono verificare situazioni di grave disagio fisico e mentale (stanchezza, mal di testa, affaticamento nella respi